Luca Panichelli, un ragazzo con i piedi per terra.

Credo che la Tuscia debba creare una sinergia tra le persone che la amano, cosi’ ho deciso di pubblicare a modo mio, articoli che parlano di persone che vale la pena conoscere .Circa 1 anno fa’ , ebbi la fortuna di conoscere Luca Panichelli. Apprezzai subito il suo grandissimo  lavoro, anche lui come Salvatore Fosci si e’ dedicato a riportare alla luce i sentieri sommersi dalla vegetazione. Il suo nobile intento e’ quello di valorizzare i tesori nascosti dell’Agro Falisco  cercando di riportare il suo territorio all’ antico splendore . Quando ci sentimmo per telefono ricordo che mi disse” Ci sono tantissime persone a Civita Castellana, che sono  senza  lavoro  . Credo che per far tornare al suo splendore questo territorio, sia assolutamente necessario effettuare una sua valorizzazione attraverso la riscoperta di luoghi antichi, magici, dove la storia si intreccia alla natura.”  Il suo pensiero era il mio, non potevo non rimanere affascinato dal suo modo di vedere le cose. La cosa che piu’ di tutto mi sorprese fu’ aver trovato un ragazzo da poco trentenne, gia’ con le idee chiare e con un grande sogno da realizzare. Luca e’ un esempio per i ragazzi della nostra amata Tuscia e non solo, senza piangersi addosso, si e’ rimboccato le maniche ed ha cominciato a pulire sentieri.  Luca Panichelli e’  laureato in Lettere Moderne con indirizzo in Arte, Cultura e Turismo del Territorio. Una sua citazione che amo in modo particolare e’  “La vera terra barbara non è quella che non ha mai conosciuto l’arte, ma quella che pur essendo disseminata di ogni ricchezza non riesce a valorizzarla”, questa frase bellissima di Proust, racchiude a pieno il sentimento di Luca,  e’ possibile vedere il suo lavoro su  .www.tesorinascostiagrofalisco.wordpress.com.   oppure infondo a mio sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.