Il Parco dei Mostri, denominato anche Sacro Bosco o Villa delle Meraviglie di Bomarzo, in provincia di Viterbo, è un complesso monumentale italiano. Si tratta di un parco naturale ornato da numerose sculture in basalto risalenti al XVI secolo e ritraenti animali mitologici, divinità e mostri.

L’architetto e antiquario Pirro Ligorio su commissione del principe Pier Francesco Orsini progettò e sovraintese alla realizzazione, nel 1547, del parco, elevando a sistema, nelle figure mitologiche ivi rappresentate, il genere del grotesque. Alcuni studiosi, erroneamente, facevano risalire la “regia” a Michelangelo Buonarroti (E. Guidoni), mentre altri, in particolare per il Tempio citavano il nome di Jacopo Barozzi da Vignola. La realizzazione delle opere scultoree fu probabilmente affidata a Simone Moschino. L’Orsini chiamò il parco Sacro Bosco e lo dedicò a sua moglie, Giulia Farnese (non l’omonima concubina del papa Alessandro VI). Vi sono anche architetture impossibili, come la casa inclinata, o alcune statue enigmatiche che rappresentano forse le tappe di un itinerario di matrice alchemica.

Il parco, con tutte le sue meraviglie, rappresenta una delle mete turistiche più famose della Tuscia, ma di certo non l’unica.
Il Sasso del Predicatore, così come il complesso di Santa Cecilia, sono gioielli meno conosciuti ma non per questo meno belli. Molto spesso, oscurati dal più noto fratello, questi siti archeologici vengono trascurati.

Per questo, la nostra proposta a tutti coloro che vengono a Bomarzo per il Parco dei Mostri è chiamarci e lasciare che siamo noi a portarli alla scoperta delle bellezze che il bosco ancora custodice gelosamente!

Se invece arrivate a Bomarzo per la Piramide Etrusca, e volete visitare anche il Parco dei Mostri, fatecelo sapere e vi aiuteremo ad organizzare!

Per informazioni su come spostarsi tra Parco e boschi, per info sulle visite guidate, o per organizzarvi in gruppo, contattateci!